Vorrei immergermi nel tuo destino, dare un po' di sollievo alle tue ferite,
sei più di un sogno, sei gioia e dolore di ogni mio giorno.
Posso toccare con mano l'angoscia più profonda e quando l'incredibile incontra
l'imprevisto il mio cuore si ghiaccia, come se volesse imprimere quell'attimo in un sogno senza fine. Tu prosciughi le mie risorse, agguanti le mie speranze, le stritoli fino a che non ne vedi l'osso, lasci tutto e te ne vai,e a me non resta altro che cercare di rigenerarmi a nuova vita.

Ho provato a dimenticarti, ma questo ha creato l'effetto contrario.
Devo affrontarti qui,ora,adesso,sempre, in me e fuori di me, perché hai messo
le radici nel più profondo angolo del mio essere, e come l'edera, piano piano, ne stai coprendo ogni centimetro con il ricordo di te,con i tuoi baci, le tue carezze, ma specialmente con il tuo Silenzio. E' così che stai facendo del mio cuore la tua casa, il tuo R ifugio, dove vieni a riposare
quando la battaglia là fuori ti sfinisce. Quando non ci sei lo riscaldo, cerco di renderlo un piccolo paradiso, dove puoi poggiare il capo e riposare, in pace, coccolata dal dolce rumore delle mie parole, che coltivo come fiori profumati.
Ci sarà sempre un posto per te nel mio cuore. Lo custodirò al costo di morire lottando contro il nulla che là fuori spinge per entrare e radere tutto al suolo. Ti ho sempre aspettata, e ti aspetterò.

Punto e
a capo.

Rimango solo io e il mio contorno di luce. Non cancello il mio passato, non cambio la mia memoria, ma guardo avanti. Guardo alle pagine bianche ancora da scrivere.
Guardo le mie mani e sento il flusso di emozioni che scorrono. E' il flusso del destino che sento scorrere così torpido, e più cerco di stringerti più tu
scappi,
non rimane niente di te nelle mie mani..solo la tua scia di stella cadente. Così le terrò aperte, e lascerò sc orrere il fiume in piena che sei, lascerò aperto il mio cuore, e il sangue scorrerà senza procurarmi più così tanto dolore.
Non lotto più per averti, non sei il mio destino, non sei mia, e mai lo sarai.

Sei il punto che unisce la linea dell'orizzonte, c'è ma non si vede. Posso solo immaginarlo
davanti a me, lontano.
Sono consapevole che più cerco di distogliere lo sguardo e più mi attira verso sé, ma ogni volta che mi fermo a guardarti tu mi accechi,resto immobile, senza forze, e con un unico desiderio, quello di afferrarti e farti mia. Devo lasciarti scorrere.
Vado incontro all'Infinito che mi inghiotte. Tengo a bada gli istinti, ma per quanto ancora ci riuscirò? Fino a quando non morirò sepolta dal mio stesso dolore.
Inconfondibile, tangibile, lo sento, mi preme sulle spalle e sul petto come un macigno. Non chiede il permesso di entrare, prende possesso di me quando meno me lo aspetto, quando sembra che la calma e la quiete mi abbiano conquistate ecco che compare, puntualmente, inesorabile.
Rimango sola,
sono sola,
ma in questa solitudine mi sento più vicina al Tutto, all'Universo nella sua completezza. Sto spargendo un piccolo frammento di me su ogni stella che il mio sguardo riesce a scorgere. Con la speranza di poter finire il digiuno da quel fremito celestiale che accendeva ogni mia singola fibra di una passione che ormai é soltanto latente. Il flusso è più lento, più pesante, mi sfibra, mi percuote con le
sue mancanze. Ma sono ancora io, e non permetterò che qualcuno o qualcosa mi cambi.
Fuggo da questo,
sempre.

Un nome, impresso come un sigillo, marchiato a fuoco vibrante e acceso
sulle pareti del mio cuore.
Lì ritrovo me stessa.
Eccomi ancora una volta qui, sono Viva, lo sento.
Ho scritto "Ti amo" sulla sabbia, così l'acqua di questo mare lo scioglierà..lo inghiottirà nel suo vortice salato. vorrei che fo sse così anche in me.
Ho capito perché tendiamo a respingerci così violentemente, i nostri destini sono simili,
siamo troppo uguali.
In te vedo me.
Davanti a noi nuovi orizzonti ci chiamano, ci attirano
e ci indicano la strada. Coltivo la pace e la serenità nel mio piccolo giardino, stanno rifiorendo, ancora. Non passerà molto tempo dal tuo nuovo arrivo. E tu, insaziabile, ne farai razzia.. ma questa volta non resterò ferma a guardare.
Non lascerò che tu scuota la mia serenità, promettendomi di partire per un viaggio senza meta. Ti lascio al tuo destino.
Ora mi basta sapere che io sono nel Tutto e
tu ..ne fai parte, ne farai parte,
fino a che non si spegnerà
l'ultima stella nel nostro cielo.

Kipli2

changed September 22, 2008